Classe V

Disegno natalizio da colorare

150 150 Silvia Ferrari

Colora il disegno di Natale, dopo aver letto il racconto “Elatan e il sogno di Natale”

Incollalo su un cartoncino leggermente più grande in modo che resti un bordo come cornice.

Decora con nastrini e brillantini a tuo piacere, appendilo o regalalo a chi vuoi tu.

Buon divertimento!

 

ELATAN GC

 

 

Articoli e nomi

150 150 Silvia Ferrari

Esercizio di grammatica creativa, per alimentare nei bambini il pensiero divergente associato alle regole grammaticali, da studiare attraverso la scrittura e la creatività.

 

Articoli e nomi

 

 

Settembre a scuola

150 150 Silvia Ferrari

Settembre è tornato dalle vacanze

e piano piano ritorna a  scuola

si aggira lento tra mille stanze

cercando affetto, una parola…

Dovrà prestare molta attenzione

c’è la distanza da rispettare

ai suoi amici darà un bacione

ma da lontano, senza rischiare.

Mesi passati a parlar di scuola

tanta la voglia  di cominciare,

forza , partiamo, il tempo vola

nuove esperienze da generare.

E gli studenti grandi o piccini

dimostreranno impegno e valore,

non più lontani, ma non vicini

staranno insieme per molte ore.

È una fortuna che gli insegnanti

per cui ci vuole molto rispetto,

abbiano  a cuore i loro studenti

e a loro volgano  tanto affetto.

Caro Settembre, sai che faremo?

Torniamo  in classe senza timori,

con il buon senso riprenderemo

per costruire sopra gli errori.

La nostra scuola non può mancare

e rinnovata guarderà avanti,

ogni studente vuol ritrovare

compagni, amici ed insegnanti.

L’anno scolastico lieto sia

e che non manchi mai un sorriso,

la scuola è il luogo in cui la magia

tutto trasforma in un paradiso.

La nostra scuola

150 150 Silvia Ferrari

Siamo arrivati alla fine dell’anno

e c’è qualcosa che tutti ben sanno

In questi mesi la scuola è cambiata

strana e diversa da come è iniziata.

Giunti alla fine di questo percorso

ora il bilancio del tempo trascorso

porta a noi tutti un sasso nel cuore

che pesa più di ottomila parole.

Niente più abbracci e niente bacioni

ma dallo schermo cantiamo canzoni,

molte le lacrime e tanta emozione

ora compaiono per l’occasione.

Di questi mesi è mancato l’affetto

ogni momento, lezione o progetto.

Sono mancate le belle risate

che nella classe  son le più  amate.

Abbiamo avuto coraggio e  pazienza

in questa  didattica d’emergenza

e la distanza non ci ha allontanato

perché una traccia di noi ha lasciato.

Con entusiasmo ripartiremo

tutti a settembre a scuola saremo

dove ci aspettano dei cambiamenti

ma noi saremo  tutti contenti.

Alunni, insegnanti e genitori

sperano che questa scuola  migliori

questa esperienza forse è servita

ad apprezzare di nuovo la vita.

Ora il riposo in famiglia  ci aspetta

staremo insieme ma senza fretta

poi uniremo  le menti e il cuore

per costruire un futuro migliore.

Scrittura creativa

150 150 Silvia Ferrari

Per scrivere un testo occorrono prima di tutto fantasia e creatività perché le parole si intrecciano ed esprimono sentimenti ed emozioni. Chi scrive, ha il compito di trasmettere tutto ciò che sente, per consentire a chi legge di entrare nel racconto. Chi legge deve poter immedesimarsi nei personaggi, provare le loro emozioni ed immaginare il loro aspetto. Per questo quando si scrive, è bene descrivere in modo oggettivo persone, luoghi e fatti nei particolari, ma aggiungere  anche una  descrizione soggettiva, che faccia trasparire i nostri sentimenti.

Ogni testo insegna, trasmette, prepara, invita, descrive, trasporta, realizza e molto altro. Un testo può diventare un modo come un altro per esprimere la nostra personalità, per dare conforto agli altri, per aiutare a vedere le parole come uno strumento  di comunicazione e di inerazione.

Alcune indicazioni:

  • è possibile scrivere ogni fatto, esperienza che viviamo, dalla lista dellec ose da fare alla descrizione di un paesaggio;
  • è importante tenere un taccuino per appuntare ciò che si vede, ciò che ci piace;
  • posso prendere appunti dopo aver letto un libro, dopo aver visitato un luogo;
  • se descrivo qualcosa, devo ricordare di usare tutti i  sensi: la vista ( cosa vedo? colori, forme, grandezze…); l’udito ( cosa posso ascoltare? Suoni, rumori, voci … ); l’olfatto ( cosa posso annusare? Profumi, odori sgradevoli …); il tatto ( cosa posso toccare? Liscio, ruvido, morbido, duro …); ed infine il gusto ( cosa assaporo? Dolce, amaro, aspro …);
  • scrivere deve essere un piacere, un modo divertente per entrare in contatto con le altre persone;
  • quel che scrivo può essere uno spunto, una riflessione, un parere, una descrizione, una lista, una ricetta, per cui devo decidere cosa scrivere.

La scrittura che io chiamo creativa, offre molte possibilità di connessione, per esprimere noi stessi nel miglior modo possibile, per lasciare una traccia in un preciso momento storico, per dar voce ad emozioni e sentimenti. Tra le righe, dovrebbero leggersi anche semplicità, fantasia e similitudini, esempi di vita vera, perché in fondo è proprio grazie alla nostra esperienza di vita che possiamo valorizzare in modo creativo ed originale anche un testo scritto.

 

 

Il valore della scuola

150 150 Silvia Ferrari

Quante parole da mille e più anni

tutti hanno speso per questa scuola

tra leggi, lodi e a volte inganni

non ci si accorge che il tempo vola.

 

Quello che serve oggi in realtà

non son parole né malumore,

ma un vero agire con serietà

per render la nostra scuola migliore.

 

In ogni classe, ogni mattino

ci sia un sorriso per iniziare

ogni ragazzo ed ogni bambino

subito  possa questo apprezzare.

 

Il Dirigente e gli insegnanti

abbiano a cuore questo lavoro,

che certamente non è per tanti

ma per chi crede che sia un tesoro.

 

La vera arte dell’insegnante

sta nel capire, nel motivare

così gli alunni in un istante

ogni materia potranno amare.

 

In questa scuola ormai cambiata

serve l’impegno degli studenti

perché diventi da tutti amata

e le proposte siano vincenti.

 

Infine ATA e collaboratori

siano il contorno più premuroso

e tutti insieme, con i genitori

rendan la scuola un bene prezioso.

 

L’anno scolastico allora iniziamo

con entusiasmo e gioia nel cuore

così ogni giorno insieme possiamo

viver la scuola con tanto amore.

 

Buon anno scolastico!

 

COLORI A SCUOLA

150 150 Silvia Ferrari

 

Ecco, è settembre, si inizia di nuovo

e in tutte le classi sai cosa trovo?

Colori belli ed emozionanti

che dan la forza di andare avanti.

Il primo è il verde, della speranza

che ogni bimbo accompagna all’ infanzia.

Rosse le guance dal pianto gonfiate

ma in pochi giorni tante risate.

Nuvole bianche e nuvole nere

sotto gli zaini si muovono fiere,

alla primaria con passo deciso

portano il sole ed un giallo sorriso !

Blu ed arancione per i ragazzini

che alla secondaria non son piccini,

nel cielo azzurro potranno trovare

la giusta strada che fa maturare.

Ma quale colore per gli insegnanti,

Il Dirigente, Ata e aiutanti ?

Naturalmente l’arcobaleno,

magico, serio e di gioia pieno!

Ogni colore serve alla scuola

perché mischiandoli il tempo vola.

Che l’anno scolastico sia tutto questo,

e scorra il tempo sereno e lesto!!!

BUON ANNO SCOLASTICO

Silvia Ferrari