Stagioni e mesi

DANZA DEL CALENDARIO

150 150 Silvia Ferrari

 A voi mi presento signore e signori,

Messer Calendario con dodici attori,

un anno all’insegna della fantasia

che terrà tutti in mia compagnia.

 

Gennaio i piccoli e i grandi imbacucca

regala alle Alpi una bianca parrucca,

Febbraio ha coriandoli e stelle filanti

travestimenti e frittelle fumanti.

 

Marzo cammina in punta di piedi:

c’è un timido sole che forse non vedi.

April di colori riempie le strade

profumi nuovi nelle contrade.

 

Maggio si intreccia ai canti d’uccelli

che son felici, leggeri e belli,

Giugno ti riempie di frutti un cestino

e invita amici per un pranzettino.

 

Luglio è splendente ed ha campi dorati

scrive canzoni agli innamorati,

Agosto giunge e fa riposare

chi ha lavorato ai monti o al mare.

 

Settembre dolci grappoli colora

e sveglia chi lavora o chi va a scuola,

Ottobre ha di zucca un buon risotto,

Novembre tiene i Santi nel panciotto.

 

Dicembre chiude l’anno e finalmente

ci dona una festa emozionante

che riempie tutti cuori di bontà

e porta pace, amor, serenità.

 

 

 

 

 

 

GENNAIO

150 150 Silvia Ferrari

Giungo pian piano con l’anno nuovo

nel freddo inverno tra neve e ghiaccio

con grande gioia io tutti ritrovo

per raccontare quello che faccio.

 

Metto un vestito molto pesante,

sciarpa e cappello di mille colori

così mi sento proprio elegante

e porto allegria in tutti i cuori.

 

Sono contenti grandi e piccini

perché l’inverno è una magia,

mangio lasagne, dolci e spiedini

accendo il fuoco di casa mia.

 

Per qualche mese resterò a scuola

amo i bambini e la fantasia,

ma la natura che resta sola

mi chiederà di volare via …

 

Così sistemo tutti i vestiti

nella valigia per ripartire,

lasciando ore e tramonti grigi

alla stagione del rifiorire.

 

Silvia Ferrari

 

 

 

 

 

 

 

 

MARZO, MESE MONELLO

150 150 Silvia Ferrari

Marzo è un mese monello

ci fa usare un grande ombrello,

i nuvoloni grigi e neri

nascondono il sole ed i pensieri.

La primavera dorme  beata

nessuno ancora l’ha incontrata

io attendo i fiori colorati

per giocare nei verdi prati.

Tra qualche giorno nel cielo blu

una sorpresa, dimmela tu!

Ritorneranno foglie e uccellini

per la gioia di tutti i bambini.

Silvia Ferrari

L’INVERNO

150 150 Silvia Ferrari

Ecco l’inverno è ritornato

e un nuovo anno ha preparato,

che inizierà con mese nevoso:

lui è Gennaio, bianco e giocoso.

 

L’inverno tutto fa addormentare

e la natura va a riposare

orsi, marmotte, alberi e fiori

si sveglieranno con nuovi colori.

 

Questa stagione che triste appare

in verità ci fa preparare

dopo il periodo di lungo riposo

ci sarà quello più strepitoso!

 

DODICI BIMBI DELL’ ANNO CHE FU

150 150 Silvia Ferrari

GENNAIO

Signore e signori, eccomi qui

sono un bambino fatto così:

bella è la storia della mia vita

un anno poi l’altro, sempre in salita.

Vale la pena saperla ascoltare

ed alla fine si può raccontare sono Gennaio,

per primo nato ai miei fratelli affezionato .

Dodici siam da duemila anni furbi,

simpatici e senza inganni.

Bianchi capelli e pancia imbottita,

ho caldi guanti che scaldan le dita.

Porto la neve, il freddo, il gelo

lascio nascoste le stelle del cielo.

Sto trentun giorni in tua compagnia

frate Febbraio mi fa fuggir via …

 

FEBBRAIO

Sono il fratello più piccolino
e mi diverto come un bambino

orecchie grandi a forma di cuore …

Sono Febbraio mese d’amore.

Fiori, regali, cioccolatini
per chi si ama, grandi e piccini.

Coccole e abbracci per me duran poco

perché mi piace fare un bel gioco:

ho nello zaino una giornata
da tutti quanti molto invidiata …

Maschere e balli in gran quantità

è il Carnevale che felicità!

Verso il ventotto tolgo il maglione

per salutare la nuova stagione.

Al polso ho già l’ orologio al quarzo

per cambiar l’ora nel mese di Marzo …

 

MARZO

Occhi verdi, chitarra vibrante

io sono un bimbo esuberante.

Mi chiamo Marzo, son magrolino

mangio ogni giorno pane e stracchino.

Ho per amico un comodo ombrello

che chiudo solo se il tempo è bello.

I miei fratelli mi prendono in giro:

dicon che dormo come un bel ghiro!

Ma è tutta colpa della stagione,

è primavera, sveglia poltrone!

La rondinella è già arrivata,

intreccia un nido felice e beata.

Io le regalo primule e vento

semi di fiori in ogni momento.

Nuvole bianche faccio danzare

perché nel cielo voglion giocare…

Io sono Marzo, suono così

se cambia il tempo quasi ogni dì.

Ma tu sai già che potrò restare

fino a che Aprile verrà a bussare …

 

APRILE

Aprile è il nome che ha scelto mammina

per me che sono una dolce bambina !

Fresca la foglia, dolce insalata

mi scaldo al sole di ogni giornata.

Ho una corona di uova dorate

per i pulcini di cento covate!

Con campanelle vado a svegliare

chi nel letargo vuole restare.

Amo le foglie, le gemme e i fiori,

porto rugiada e sorrisi nei cuori.

Tutti i colori voglio indossare

perché la vita si deve amare.

Tempo di Pasqua, per ricordare

che senza amore non si può stare,

canto felice quasi ogni dì

per ogni amica che passa di qui !

 

MAGGIO

Eccoci giunti al bimbo saggio

panciotto e occhiali, io sono Maggio.

Nella soffitta ho una libreria,

tante avventure fan compagnia.

Studio le specie di fiori e animali

ritaglio foto da tutti i giornali.

Piante fiorite, fiori sbocciati

ricchi giardini ed erba nei prati.

Volano in cielo mille e più uccelli

passeri, rondini , merli e fringuelli.

Stan sulla terra molti felini

grossi leoni e gatti piccini.

Arrivo e faccio inebriare Maggio,

che bello il profumo può dare!

Più bello il mondo, dolce la vita

e trentun giorni sfioran le dita …

 

GIUGNO

Ho nel cappello il giorno d’estate

tutti lo aspettano per le risate.

Sole più caldo e tanti colori

mi aiuteranno a scaldare i cuori.

Cuore leggero , aria di festa

una vacanza già abbiamo in testa.

I più felici sono i bambini

hanno lasciato i grembiulini.

Ora gli insetti posson volare

senza che caccia si debba fare.

Per mantenere l’abbronzatura

meglio mangiare tanta verdura.

Il mio ciuffetto si è un po’ schiarito

maniche corte ha il mio vestito.

Giugno ti dice di assaporare

ogni istante di un mese solare.

 

LUGLIO

Stanco, lento e un po’ pigrone

io son Luglio il tenerone.

Vivo in barca nel blu mare

e passo il tempo a riposare.

Con passi lenti, scarpe a molle

guardo i pesci fare le bolle.

Sole caldo ed acqua salata

dormo per tutta la giornata.

Presto però  il mio caro fratello

ci porterà il mese più bello

io sono Luglio, caccio il lavoro

ma il riposo val più dell’oro!

 

AGOSTO

Si è nascosto sotto il ponte

o magari dietro un monte,

esci, Agosto… che monello

sai che sei il bimbo più bello?

Ora il lavoro per molti è cessato

ognuno vive un riposo beato.

C’è chi va ai monti oppure al mare

e chi in città vuole restare.

Bibite fresche, frutta matura

vita da vivere come avventura.

Grigliate e amici in allegria

bicchieri e risate in compagnia.

Il quindici auguri di mezza estate

sole che scalda le tue giornate.

Ridete forte ed a volontà

per tutto il mese vacanza sarà!

 

SETTEMBRE

Sono il più lento dei fratellini

vivo in un posto con i bambini,

si chiama scuola, con libri e matite

e le vacanze ormai son finite…

Maniche lunghe e pantaloni

ecco nel cielo tre nuvoloni.

Piano ritorna la vita vera

esci al mattino e torni la sera!

Io porto tutti, chi viene e va

a fare i conti con la realtà.

Scuola, lavoro, vestiti e caffè

sono Settembre, son qui per te!

 

OTTOBRE

Io sono il bimbo vestito di chicchi

amico di tutti, poveri e ricchi,

a volte bianco a volte scuro

Ottobre sono e vendemmia curo.

Ho una cantina e botti giganti

perché il mio vino bevono in tanti,

secco, frizzante, dolce o rosato

“Vino violetto” è molto pregiato.

Non solo l’uva: da questa mattina

la castagnetta del bosco è regina.

Molti frutti mi tengon per mano,

zucche e ghirlande di melograno.

A volte porto un bel raffreddore

se non mi passa chiamo il dottore,

Ottobre è il mio nome, un po’ freddoloso

ma tutti dicono che son prezioso!

 

NOVEMBRE

Sono una bimba di fredde giornate

ho per amiche mele e patate,

sono Novembre ho un bel camino

dove mi scaldo se fa freddino….

Io di lavoro le foglie spavento

il mio aiutante è il signor vento,

ho la pelliccia e una collanina

cappello, guanti ed una sciarpina.

Certo io porto i nuvoloni

ma sono l’ultima delle stagioni.

La terra e il cielo mi sono amici

e tu vuoi esserlo, dai, cosa dici?

 

DICEMBRE

Il dodicesimo dei fratellini

ha molti doni per i bambini,

questo è il mese dell’anno che fu,

il venticinque ha il Bambino Gesù.

Con un trenino colmo di neve

Dicembre arriva con passo lieve

lascerà il posto alla compagnia

fino alla notte dell’allegria.

Ma il giorno dopo ritornerà

chi nuovamente l’anno aprirà.

Se ti è piaciuta la compagnia

ricorda i mesi con simpatia!

UN NUOVO ANNO

Tra le giornate e quattro stagioni

l’anno è passato con le emozioni.

Tutti dodici i  fratellini

ci sono entrati nei cuoricini.

Chi con il sole chi con il vento

vien ricordato sempre contento.

Guai se non fossero tutti diversi,

sarebbero solo dei mesi persi.

Più passa il tempo, lo sai anche tu,

conosci un mese dell’anno che fu…

Da duemila anni sono felici,

e voglion restare sempre amici.

Mandano baci a tutta la gente

e poi  in cambio non vogliono niente.

Solo l’augurio di buona fortuna

che troveranno  guardando la luna!

Silvia Ferrari