LA GARA

LA GARA

150 150 Silvia Ferrari

Un  giorno il leone Lino, la tigre Tortina e la giraffa Gina decisero di fare una gara per stabilire chi di loro fosse  più veloce. Si prepararono vicino alla linea di partenza e gli altri animali si erano avvicinati per vedere la mitica corsa. Ognuno dei tre, pensava di essere più veloce degli altri e partirono convinti di vincere. Alla prima curva però, la tigre Tortina inciampò in un ramo di un albero caduto a terra.

– Ahi, che male! – esclamò la poverina che fu costretta a fermarsi mente la giraffa ed il leone proseguivano tranquilli e  non si erano accorti che la tigre si era fermata. Alla seconda curva, la giraffa che era molto più alta del leone, si era impigliata il lungo collo tra le foglie  di gelsomino ed anche lei si fermò per cercare di liberarsi, mentre il leone proseguiva la corsa da solo. In lontananza Lino vide il traguardo e tutti gli animali facevano il tifo per lui. Allora felice e soddisfatto, si voltò per assicurarsi di essere il vincitore. Non vide nessuno e pensò che doveva essere accaduto qualcosa, pensò velocemente cosa avrebbe dovuto fare e senza esitare si fermò. Tornò indietro a cercare le  altre concorrenti, trovò la giraffa che piangeva per il male al collo, non era riuscita a liberarsi. Non temere – disse il leone Lino- ora ti aiuterò a liberarti!

La giraffa rimase sorpresa e rispose a Lino: – Se mi aiuti perderai la gara, vincerà la tigre – Neppure Tortina stava correndo, sono tornato a cercarvi, non mi piace vincere da solo, siamo partiti in tre ed in tre arriveremo.  Gina apprezzò la generosità  del leone che con pazienza l’aveva aiutata a togliere i rami di gelsomino dal suo collo. Lo ringraziò ed insieme tornarono indietro a cercare la tigre.Videro tortina  a terra, si avvicinarono e capirono subito che si era ferita ad una zampa: non poteva più correre. Sono inciampata in quel ramo spezzato, la mia zampa è ferita, andate, non pensate a me altrimenti perderete la gara.Ma Gina e Lino avevano capito che la cosa più importante ora era aiutare l’amica in difficoltà.

Così presero sotto braccio Tortina  per aiutarla a camminare, si avvicinavano al traguardo e tutti vedendoli arrivare insieme rimasero sorpresi, ma capirono subito … Il leone  aveva preferito aiutare piuttosto che vincere da solo e per questo tutti decisero di  scegliere lui come vincitore. La sera ci fu una grande festa, parteciparono tutti gli animali e si divertirono  fino all’alba. Gino, Tortina e Lino diventarono grandi amici.

 

Lascia una risposta