Silvia Ferrari, autrice ed educatrice

DICONO DI ME:

Da alcuni anni la sua originalità spicca in strategie legate alla didattica, in particolare ad un nuovo modo di intendere la scuola, che diventa luogo di interazione sociale e culturale. La didattica, mescola i valori della tradizione, i sentimenti e l’innovazione tecnologica.

“Il modo migliore per iniziare il lavoro, è partire con una rima o un gioco, per far sorridere gli alunni e per ritrovare subito me stessa”.

Silvia Ferrari

“Credo che le fiabe, quelle vecchie e quelle nuove, possano contribuire a educare la mente. La fiaba è il luogo di tutte le ipotesi.”
 
Gianni Rodari

Vivo nella provincia di Lodi con la mia famiglia. I miei  figli Lucrezia ed Edoardo mi offrono spesso spunti per scrivere nuove poesie, storie fantastiche e romantici racconti.

Sono insegnante di scuola primaria, ed amo inventare anche per i miei alunni parole esclusive che si intrecciano all’unicità delle esperienze quotidiane.

Nel 2003 viene pubblicato il mio primo libro dal titolo “ Le Strambe Storie”, poi seguono “Le Silviastrocche”, “ Il cavallo Gelsomino” e  varie raccolte in antologie a seguito di premi in concorsi  a livello nazionale.

Nel 2007 esce in edicola l’opera a fascicoli “Carolina e Giacomino” editata da Hobby&Work Publishing.

Nel 2015 ho pubblicato il libro di racconti e poesie dedicate al Natale dal titolo “Dolce Natale” e da alcuni anni collaboro con la rivista “Promozione Umana” della fondazione di don Chino Pezzoli.  Nell’anno scolastico 2016- 2017, alcune delle mie storie sono state utilizzate per realizzare un libro animato dagli alunni dell’I.C. in cui insegno, nell’ambito del progetto continuità  tra le scuole dell’infanzia e primarie.